Senato della Repubblica

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Atto n. 4-02045
Pubblicato il 29 maggio 2007
Seduta n. 156
PALERMO, RUSSO SPENA , DI SIENA , VANO , ADDUCE

– Al Ministro della giustizia. –

 

Premesso che:

in data 12 settembre 1993, a Potenza, scompariva misteriosamente la sedicenne Elisa Claps;

relativamente alla vicenda, si è arrivati ad una condanna di due anni e otto mesi a carico di Danilo Restivo, per false dichiarazioni rese al P.M;

altri due testi fondamentali, Eliana De Cillis e Eris Gega, nonostante le palesi contraddizioni nelle testimonianze rese, sono stati dichiarati non punibili;

nell’ottobre 2001, le indagini sono state archiviate dalla Procura Distrettuale Antimafia di Salerno, dove erano state trasferite a seguito delle dichiarazioni da parte di un collaboratore di giustizia, Gennaro Cappiello, che indicava un coinvolgimento del P.M. Dott.ssa Felicia Genovese, titolare dell’indagine dall’epoca della scomparsa.

Successivamente, nel marzo 2004, le indagini sono state riaperte, a seguito di un provvedimento del GIP di Salerno;

in data 12 novembre 2002 veniva uccisa a Bournemouth, Inghilterra, Heather Barnet e il principale indiziato risultava essere Danilo Restivo;

nel settembre 2005 la famiglia Claps indirizzava alla Dott.ssa Rosa Volpe, Sostituto Procuratore Antimafia presso il Tribunale di Salerno, un esposto, nel quale si metteva in evidenza una dichiarazione spontanea, contenuta in un verbale di sommarie informazioni rese all’autorità di Polizia Giudiziaria, di importanza fondamentale per il buon svolgimento delle indagini e al quale tuttavia non si è mai fatto riferimento nel corso del processo a carico di Restivo; ad oggi nessuna risposta, né formale né informale, è giunta alla famiglia Claps dalla Procura Distrettuale Antimafia di Salerno;

nel mese di gennaio 2006, la DIA di Salerno ha acquisito una nuova testimonianza in merito alla vicenda;

considerato inoltre che:

la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?” sta ritornando sulla questione con cadenza quasi settimanale, mettendo in evidenza nuovi e interessanti spunti investigativi e creando nuove aspettative da parte della famiglia della ragazza scomparsa e della intera comunità ;

nell’ambito di un’assemblea cittadina, tenutasi in data 12 maggio 2007, dedicata al mistero della scomparsa di Elisa sono emerse una serie sconcertante di contraddizioni, omissioni e depistaggi nell’ambito delle indagini e che, nella stessa assemblea, è emersa la forte volontà, da parte della cittadinanza, profondamente indignata e segnata dalla vicenda, di fare pressione sugli organi preposti affinché quanto prima vengano riaperte le indagini;

in data 14 maggio 2007, lo stesso Sindaco di Potenza ha scritto al Presidente della Repubblica, per sollecitare il suo interessamento affinché l’intera questione venga riconsiderata, con urgenza, a livello giudiziario;

si chiede:

se, presso la Procura Antimafia di Salerno, sia ancora aperto il fascicolo di indagine in merito alla scomparsa di Elisa Claps e, nel caso sia sopraggiunto un ulteriore provvedimento di archiviazione, se non si intenda mettere in atto tutto quanto di propria competenza affinché le indagini vengano riaperte;

se, in relazione ai fatti sopra citati, il Ministro interrogato non ritenga opportuno adottare ogni necessaria iniziativa utile a chiarire ed accertare le responsabilità del caso.

 

Interrogazione parlamentare in formato PDF

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: